Senza testa – I

 ©Francesca Woodman

©Francesca Woodman

Con il mare sotto gli scogli
lungo una strada senza biforcazione carica di alberi di pompelmi e di limoni
La tua mano dipende dalla mia nuca
e se così sarà faremo alla maniera dell’amore
bagnati di acerbo e di odori in ogni piega e piaga dei nostri cervelli isolati in frammenti e ripartizioni -:ordinati -:pre-figurati -:trasfigurati
Lì dove il dubbio vince e avanzando di sghembo ruzzola in terra ogni certezza
Epifanie e universi e cieli si avvicenderanno
lungo quel bivio senza biforcazione dove la mia nuca rifiuterà la tua mano
E se così non fosse
sarà scirocco che richiama il sale
nudità in un bagno di pietà
muro contra ossa con la lingua intinta nel blu cobalto
E sarà la carne la mente il nulla sul nulla
L’arte dell’invaginazione
Contrappunti incisi su lastre di elettroni
Empatie estorte
e lacrime rubate
La glorificazione del senso
La fine del senso a riempire la mia bocca
Sarà desiderio usurpazione memoria nella memoria
Glutammato dopamina e acido omovanillico urinato negli angoli di una casa abbandonata
– Comprate le spine! Prendete le mie spine!
Canterà la vecchia appoggiata al muro con la sporta in grembo una nenia sfigurata
e sarà un viaggio e il suo deragliamento
essenziale e naturale di chi va
va e cammina
porge la sua nuca e affida gli ippocampi ad una mano nuda
Così sarà lungo quel viottolo senza un bivio

Nel giorno della tua assenza la tua mano dipende dalla mia nuca

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...